DANCE CONCERT

progetto – luglio 2022

DANCE CONCERT 07526 - ph ALDES

DANCE CONCERT, ph. ALDES

Il progetto debutta il 7 luglio 2022 al Chiostro dell’Arena del Sole di Bologna, nell’ambito di Carne e sarà visibile solo durante il mese di luglio ’22 in queste repliche:

29/07  h21.00 SPAM!, Porcari (LU)
30/07  San Rocco Festival / Forte San Rocco, Marina di Grosseto (GR)
31/07  Umbria Danza Festival, Perugia

______________________

un’idea di ROBERTO CASTELLO

coordinamento artistico e regia ROBERTO CASTELLO
performer/danza GISELDA RANIERI, ELISABETH SCHILLING, LORIN SOOKOOL
una produzione ALDES
con il sostegno di MIC / Direzione Generale Spettacolo, REGIONE TOSCANA / Sistema Regionale dello Spettacolo

Ma perché l’improvvisazione? Perché uno dei fattori che fanno della danza un’arte unica è il suo essere tutt’oggi tramandata oralmente da maestro ad allievo senza utilizzo di fonti documentali, l’unico modo in cui l’umanità ha tramandato sapere ed esperienza prima della diffusione della scrittura. Una trasmissione intrinsecamente inesatta e infedele, sempre contaminata dall’imprecisione della memoria, dal mutare dei contesti e dalla reinterpretazione individuale, che non ha liberato il genere umano dalle malattie e dalla necessità di misurarsi con le forze della natura ma che certamente ha avuto sul pianeta un impatto più garbato di quello che ha prodotto la società dell’informazione e dell’accumulazione infinita del sapere.
L’improvvisazione, in particolare il tipo di improvvisazione che con approcci diversi praticano le tre artiste, è dove l’oralità diventa arte, un’arte della pura relazione che rimanda a (che aiuta a non dimenticare) la dimensione affettiva delle relazioni, quel silenzioso rapporto col tempo fondato sull’empatia e non sulla conoscenza. Una dimensione che oggi per mille ragioni tende ad essere sempre più marginale. L’improvvisazione è rappresentazione e metafora dell’atto di vivere, è dove si vedono i pensieri nascere e collegarsi nel momento stesso in cui vengono pensati, in cui il pubblico pensa e immagina insieme ai performer, e non di fronte ad essi, in cui il pensiero non viene riferito ma condiviso. Una pratica che presuppone assoluta sincerità e che richiede, da parte di chi si offre ad una visione così intima del proprio immaginario, grande fiducia in sé stessi e negli altri.

Di qui l’interesse di vedere affiancate tre artiste dalle personalità e dai backgorund culturali tanto diversi in quanto offre l’opportunità di entrare in intima relazione con tre diversi modi di pensare che discendono non solo dalle storie individuali ma anche dalle culture molto diverse da cui provengono e dalle domande che ciascuna di esse pone. Tre modi di intendere la bellezza affini, ma ciascuno fieramente orgoglioso della propria unicità. Tre diversi modi di celebrare il tempo, ogni attimo, come vera sostanza dell’esperienza del vivere.

Lo spettacolo consisterà in un concerto di danza di circa un’ora durante il quale si vedranno di volta in volta le performer agire da sole, interagire fra loro, con le luci e con un dj set minimale. Un impianto essenziale pensato per i palcoscenici all’aperto in situazioni protette e raccolte. Un’occasione unica per vedere tre eccellenti danzatrici, artiste cosmopolite, esperte e consapevoli, una africana, una italiana e una tedesca, costruire dal nulla in tempo reale un dialogo fra loro e con il pubblico.

Il lavoro sarà disponibile unicamente tra l’8 luglio e il 7 agosto 2022.