banner

SPIC & SPAN (2011)

SEGNALAZIONE SPECIALE PREMIO SCENARIO 2011

progetto di foscarini:nardin:dagostin

in scena Marco D’Agostin, Francesca Foscarini, Giorgia Nardin

disegno luci Tiziano Ruggia e Luca Telleschi

editing musicale e ambienti sonori Tommaso Marchiori

produzione ALDES, OperaEstate Festival Veneto

con il sostegno di MINISTERO per i Beni e le Attività Culturali / Direz. Generale per lo spettacolo dal vivo, REGIONE TOSCANA / Sistema Regionale dello Spettacolo

Spic & Span, un lavoro sulla bellezza. E sul suo contrario. Un lavoro per tre corpi. O per uno solo. Se esiste un modello, noi lo abbiamo seguito e rincorso, fino ad inciamparci addosso.
 

Francesca Foscarini, Giorgia Nardin e Marco D’Agostin


www.foscarininardindagostin.it

MOTIVAZIONE DEL PREMIO ASSEGNATO DALLA GIURIA DEL PREMIO SCENARIO, PRESIEDUTA DA ISABELLA RAGONESE E COMPOSTA DA CRISTINA VALENTI, STEFANO CIPICIANI, CLAUDIA CANNELLA E SILVIA BOTTIROLI (2011):

La rincorsa all’adesione a un astratto modello di bellezza, che azzera ogni differenza e riduce tutti i corpi a macchinette impazzite, porta a una riflessione sulla persistenza e sulla vuotezza dell’immagine. Spic & Span crea la sua struttura drammaturgica su un vocabolario gestuale dotato di ritmo, precisione e forza iconografica, aprendo una dialettica tra costruzione e distruzione dell’immagine. Le scene, organizzate in sequenze paratattiche, si stagliano su un fondo bianco come fossero un fumetto pop e si nutrono di un immaginario non solo contemporaneo nella creazione di figure e pose, scelte musicali e sapienza compositiva.

Roberta Ferraresi in “Ecco la Generazione Scenario 2011” (Il Tamburo di Kattrin, 13.07.2011)

(...) "I materiali gestuali ed espressivi sono elaborati in una coreografia incandescente di sottile astrazione; e la danza diventa forse un'arma per interrompere il flusso dei modelli dominanti" (...)

Rodolfo di Gianmarco in “Da Joyce a Tintoretto scene algide e decorative” (La Repubblica, 03.09.2011)

"(...) La coreografia pop-modaiola di Spic & Span di foscarini:nardin:dagostin drammatizza con infinita ironia i nostri vuoti di senso. (...)”

Roberto Rinaldi in “La pioggia non impedisce ai corpi di esibirsi e Fast va in scena” (Rumor(s)cena, 24.09.2011)

"(...) Leggerezza e disincanto, sono la forza di questi tre giovani performer, dove per loro è necessario rispondere a quesiti esistenziali, anche con la danza (...)"

Spic-e-Span di Ilaria Cardinaletti_s.jpg