banner

SCENE DA UN MATRIMONIO (2008)

performance per contesti urbani

progetto di ROBERTO CASTELLO

fuori repertorio

in collaborazione con ALESSANDRA MORETTI, MARIANO NIEDDU, STEFANO QUESTORIO, AMBRA SENATORE

coreografia COLLETTIVA

interpreti ROBERTO CASTELLO/FABIO PAGANO, ALESSANDRA MORETTI/IRENE RUSSOLILLO, MARIANO NIEDDU/STEFANO QUESTORIO

musiche AAVV

costumi ALDES

organizzazione SARA PANATTONI (2008-2009), CATERINA PASQUI (dal 2010)

produzione ALDES, in collaborazione con i festival Danza Urbana (BO) e Urban Bodies (GE)

con il sostegno di MINISTERO per i Beni e le Attività Culturali / Direz. Generale per lo spettacolo dal vivo, REGIONE TOSCANA / Sistema Regionale dello Spettacolo

durata 45 minuti

Una coppia di sposi in scarpe da tennis, seguita da uno strano personaggio, scende da un autobus in corsa, offre calici di champagne al pubblico raccolto alla fermata e lo invita a muoversi per le vie cittadine. I brindisi continuano finché gli sposi si immobilizzano come statue, non per sottoporsi ai flash del servizio fotografico, ma per diventare statue malleabili nelle mani dell'istrionico accompagnatore, che d'ora in poi li manipola, li dirige, gioca con loro in una serie di sketch divertenti, grotteschi e poetici al tempo stesso.
Mescolando abilmente humour e ironia - scherno nascosto sotto il velo della serietà e serietà travestita da motto di spirito -, questa stralunata festa di nozze costringe ad un costante spostamento concettuale e ad una provocatoria ridefinizione degli spazi, personali e pubblici, urbani e teatrali.

Una sorridente e rumorosa narrazione cinematografica per quadri supportata, in omaggio alla cultura musicale di un popolo capace di festeggiare veramente, da una colonna sonora di musiche zingare, popolo oggi più che mai detestato e vilipeso, forse anche perché, contrariamente a noi, sembra del tutto impermeabile alla convinzione che il senso profondo della vita sia quello di accumulare cianfrusaglie.

Un meccanismo giocoso adatto a qualsiasi tipo di situazione o spazio urbano.

scheda tecnica e recensioni nelle schede pdf a lato pagina

TACCUINO CRITICO – Luca Medri – 18 marzo 2014

“[…] Come istantanee di un giorno indimenticabile, i due danzatori bloccano la loro gestualità in pose plastiche, la cui immobilità sembra ricordare le maschere di una «commedia umana» di balzachiana memoria. Dietro questa mutevole fissità scorgiamo un duro lavoro di preparazione sia coreografico che attoriale, sintesi imprescindibile per una resa scenica così accurata. Nel guardarli ci si dimentica della cornice teatrale […] Dopo la strada questa performance approda a teatro e, se esso è la festa per eccellenza, possiamo ben dire che ALDES ha riportato la festa nel suo luogo originario. […]”

CORRIERE NAZIONALE – Tommaso Chimenti - 3 Agosto 2013

“[…] scatti come un fotoromanzo […] pensieri nascosti che nascondono l’espressione del volto, che contraddicono gli occhi fintamente allegri, come manichini in vetrina. Non hanno, già, più anima […]”

scene da un matrimonio_6889S_foto Marco Pezzati.jpg
scene da un matrimonio_6874S_foto Marco Pezzati.jpg
scene da un matrimonio_6898S_foto Marco Pezzati.jpg

Download