banner

JOHN (2012)

progetto di AMBRA SENATORE

in repertorio

coreografia AMBRA SENATORE in collaborazione con MATTEO CECCARELLI, ELISA FERRARI, MARC LACOURT

in scena MATTEO CECCARELLI, ELISA FERRARI, MARC LACOURT, AMBRA SENATORE

luci FAUSTO BONVINI

progetto sonoro e musicale IGOR SCIAVOLINO

musiche BRIAN BELLOT, SERGE GAINSBOURG, YUKARI ITO, RICHARD SANDERSON, IGOR SCIAVOLINO, ANTONIO VIVALDI

produzione ALDES

co-produzione Réseau national des CDC [Le Cuvier d’Artigues-près-Bordeaux-CDC d’Aquitaine, CDC- Les Hivernales d’Avignon, Art danse CDC Dijon Bourgogne, L’échangeur - CDC Picardie, Le Pacifique / CDC- Grenoble, Danse à Lille / CDC Roubaix - Nord Pas de Calais, CDC Paris Réseau (Atelier de Paris-Carolyn Carlson, L’étoile du nord, micadanses-ADDP, studio Le Regard du Cygne-AMD XXe), CDC Toulouse/Midi- Pyrénées , CDC du Val-de-Marne, Uzès danse CDC], L’Arc Scène Nationale Le Creusot, Scène National de Besançon, Château Rouge Annemasse, Torinodanza, Teatro Stabile di Torino, Armunia/Festival Inequilibrio in collaborazione con il Centro il Grattacielo di Livorno

con il sostegno di MINISTERO per i Beni e le Attività Culturali / Direz. Generale per lo spettacolo dal vivo, REGIONE TOSCANA / Sistema Regionale dello Spettacolo

un ringraziamento a Caterina Basso, Tommaso Monza, Andrea Roncaglione

durata 1h

John costruisce un tessuto drammaturgico che avanza per accumulazione e stratificazione di segni; usa come traccia drammaturgica l’elemento giocoso che nutre una scrittura coreografica sottile in cui azioni semplici compongono una partitura precisa, ma dagli spazi larghi, dove entrano ed escono elementi bizzarri.

Ma chi è John?
Durante il periodo di prova che ha preceduto la messa in scena di questa nuova creazione, gli interpreti e la Senatore hanno condiviso quotidianamente un lessico corporeo e verbale dal quale sono emersi gesti, parole, personaggi e termini per designarli. Tra questi termini è comparso per uno dei personaggi il nome John, nome tra i più diffusi in area anglofona, una sorta di Mario per capirsi.
Ora il personaggio di John ha cambiato nome, o meglio lo cambia continuamente, pur dando il titolo allo spettacolo. Chissà che il titolo John non sia forse anche un nascosto omaggio a Cage, coerente con uno spettacolo che vive di suoni concreti e di combinazioni aleatorie all’interno di una scrittura precisa.
John è un gioco, un meccanismo nel quale il pubblico è chiamato a entrare.

Il gioco, che con il suo dispiegarsi propone allo spettatore una riflessione sulla natura umana, sul proprio modo di vivere, e la presenza gioiosa, vitale degli interpreti, sono il crocevia tra la vita reale e la finzione, all’interno di una costruzione puntuale e raffinata, di un discorso concreto e surreale sull’essere umano contraddistinto da un tocco d’umore alla Senatore.

 

tappe del lavoro >>>

PRIMA INTERNAZIONALE: 12 ottobre 2012 Artigues près Bordeaux (FR), ITINÉRAIRE DANSÉ #7
ANTEPRIMA ITALIANA: 4 e 5 maggio 2013 c/o RomaEuropa-Palladium, Roma
DEBUTTO NAZIONALE: estate 2013 c/o Festival Inequilibrio di Castiglioncello, in autunno 2013 c/o Festival Torinodanza, Torino

 

recensione su KLP:
http://www.klpteatro.it/i-am-a-john-la-natura-umana-secondo-ambra-senatore

 

INFERNO magazine by Giulietta Romeo - 2013-3-7

"(...) Avec humour et subtilité, la chorégraphe italienne a choisi d’approfondir la gestuelle et la présence masculines, respectueuse d’un style qui est le sien et créant une relation sincère entre la scène et le spectateur. Un spectateur interpellé (...) et qui, à travers ses réponses, devient partie intégrante de cette danse. (...)"

JOHN_ASenatore_fotoMarie-Liesse-Kneppert_1-s.jpg
John_ASenatore_fotoBernard-Huriez_3-S.jpg
John_ASenatore_fotoElianBachini-030_S.jpg
JOHN_ASenatore_fotoJean-Jacques-Louchet1-s.jpg

Download