banner

AUTORI------ >

Gli autori ALDES sono:
il suo fondatore e direttore artistico Roberto Castello (Premio UBU speciale nel 1985 per 'Il Cortile' e nel 2003 UBU miglior spettacolo della stagione sez. teatro-danza con 'Il migliore dei mondi possibili'), Stefano Questorio danzatore storico dal 1998 e coreografo (Premio Otello Sarzi - Nuove realtà del teatro 2007 e Premio miglior interprete, rassegna Loro del Reno 2007), Irene Russolillo (Premio Equilibrio 2014 e Premio MasDanza19 come miglior interprete, premio Outlet 2014, candidata 2014 al Premio Virginia Reiter) danzatrice/interprete in ALDES dal 2010, Caterina Basso (Premio Masdanza20,  miglior solo) e Giselda Ranieri, ambedue in ALDES in vesti di danzatrici dal 2007 e 2010 (la Basso co-autrice di alcuni progetti con A. Senatore), Aline Nari, già interpreti in ALDES in anni passati, che insieme a Davide Frangioni da anni curano progetti in cui fondono ricerca artistica e desiderio di incontrare pubblici e contesti diversi.
Dal 2016 collaboreranno inoltre: la danzatrice/coreografa Francesca Zaccaria (le sue ultime coreografie sono state presentate in Francia e in Germania), già interprete per R. Castello, e l'artista/performer Giacomo Verde, con il quale ALDES collabora dal '98 su vari progetti.

Roberto Castello http://www.aldesweb.org
Stefano Questorio http://www.aldesweb.org

Irene Russolillo http://www.aldesweb.org - http://irenerussolillo.com
Caterina Basso
http://www.aldesweb.org
Giselda Ranieri http://www.aldesweb.org
Aline Nari & Davide Frangioni http://www.aldesweb.org  -  http://www.ubidanza.com
Francesca Zaccaria http://www.aldesweb.org
Giacomo Verde
http://www.aldesweb.org  -  http://www.verdegiac.org

Segnaliamo che Ambra Senatore danzatrice e coreografa con ALDES dal 2004 al 2015, ha assunto dal 1 gennaio 2016 la direzione del Centro Coreografico Nazionale di Nantes, in Francia (Centre Chorégraphique National de Nantes), che distribuirà i suoi spettacoli, sia le nuove creazioni, sia quelle in repertorio che sono state prodotte da ALDES dal 2004 al 2015. Per contattarla: contact@ccnn.fr - http://www.ccnnantes.fr
 

 

ROBERTO CASTELLO

TrattatoEconomia_ph-ilariascarpa_2328_s.jpg
TRATTATO DI ECONOMIA
2015
in repertorio
ALFA_02206_crop_s.jpg
ALFA
2016
in repertorio

Roberto Castello (1060) è probabilmente da ritenersi il più ideologicamente impegnato e scomodo tra i coreografi che hanno fondato la danza contemporanea in Italia.

Danzatore, coreografo e insegnante, studia danza a Torino e a New York.
Nei primi anni ’80 danza a Venezia nel “Teatro e danza La Fenice di Carolyn Carlson”.
La sua attività di coreografo inizia nel 1983.
Nel 1984, è tra i fondatori di Sosta Palmizi, compagnia per la quale co-coreografa e danza ne “Il Cortile” (1985) – segnalazione speciale al Premio Ubu, e in una serie di altri progetti (tra gli altri “Tufo” e “Perduti una notte”).
Nel '91 intraprende la carriera solista con “Enciclopedia” e firma diverse coreografie per la Compagnia di Balletto del Teatro Regio di Torino.
Nel 1993 fonda ALDES con cui conduce sperimentazioni tra danza, arti visive e nuove tecnologie e realizza numerose produzioni teatrali e non, tra cui il provocatorio “Siamo qui solo per i soldi” (1994-‘95), “Biosculture” (1998), installazione multimediale modulare per spazi espositivi, ”Il fuoco, l’acqua, l’ombra” (1998), spettacolo-installazione in collaborazione con Studio Azzurro, “Le avventure del Signor Quixana” in collaborazione con Paolo Atzori (premio Danza&Danza '99-2000 / miglior coreografia), oltre a diverse coproduzioni internazionali.
Nel  2002 inizia il progetto pluriennale in dieci parti “Il migliore dei mondi possibili” (Premio Ubu 2003, miglior spettacolo sezione teatro-danza), giunto attualmente al suo nono capitolo.
Nel 2010 cura le coreografie per “Vieni via con me” di Rai 3, con Fabio Fazio e Roberto Saviano e nel 2011 crea “Carne Trita – concerto per voce e danza”.
Nel 2013 partecipa, con la propria compagnia e in qualità di coreografo, alla realizzazione di due film-installazioni a firma di Peter Greenaway, “The Towers” a Lucca e “The Dance of Death” a Basilea.
Nel 2015 è invitato a curare le coreografie per il festival La Notte della Taranta (Salento), debutta  in collaborazione con la compagnia con “In girum imus nocte (et consumimur igni)”, radicale lavoro coreografico sull'inesauribile insorgere dei desideri, debutta con “Trattato di economia”, coreocabaret sulla dimensione economica dell'esistenza, in duo con l'attore Andrea Cosentino ed è chiamato come coreografo ospite dall'accademia Zukt di Francoforte.

E' promotore e curatore di varie manifestazioni (Strade Contemporanee - '97/'99, Rizoma - ’05/'07, Tempi di Reazione - happenings multidisciplinari di improvvisazione, Maratona Viola, Maratona Cahen, Reporters – 2008/2009/2010, Short Formats / la coreografia italiana contemporanea – 2009), Ring festival (2014) e, nel 2008, dà vita a SPAM! rete per le arti contemporanee, centro di produzione coreografica con sede in Toscana che organizza residenze artistiche, workshop, stagioni multidisciplinari e attività didattiche.

Dal 2005 al 2015 è docente di coreografia digitale presso l’Accademia delle Belle Arti di Brera Due di Milano.

 

www.aldesweb.org
www.spamaweb.it

STEFANO QUESTORIO

ALBUM_ph-R-Castello_0796_s.jpg
ALBUM
2016
in repertorio
LE COSE_0169_S.jpg
LE COSE
2008
in repertorio
blu06_S.jpg
THE ANGELIC CONVERSATION
2011
in repertorio

Nasce a Thiene (VI) il 26/08/1968. Si laurea in Storia della danza all’Univeristà di Bologna e nel frattempo studia e frequenta laboratori teatrali con Jerzy Grotowsky, Lecheck Rachack, Danio Manfredini e altri. Frequenta corsi di formazione professionale per danzatori con Sosta Palmizi ( Raffaella Giordano, Giorgio Rossi, e Roberto Castello). Nel 1999 frequenta l’accademia Isola danza diretta da Carolyn Carlson all’interno della Biennale di Venezia, dove studia, tra gli altri, con Kazuo Ohno, Dominique Mercy, Caterina Sagna, Pedro Pawels e altri. Ha lavorato come interprete con compagnie italiane e internazionali tra cui: Wim Vandekeybus , Studio Azzurro, Carolyn Carlson, L’Impasto, Fabrizio favale/Le Supplici, Zimmerfrei e altri. Dal 2001 fa parte di ALDES collaborando con Roberto Castello inizialmente in veste di interprete e coautore al progetto pluriennale Il Migliore dei Mondi Possibili (premio Ubu 2003) e successivamente anche come autore di propri lavori. Nel 2003 presenta la performance Trittico e nel 2005 Promo, lavori in cui è autore e interprete. Nel 2007 firma la regia dello spettacolo per ragazzi Storia di una Gabbianella e un Gatto (Premio Otello Sarzi - Nuove realtà del teatro 2007). Con Valentina Buldrini avvia nel 2007 il Progetto Georges Perec / Specie di Spazi articolato finora in due episodi: Studio per Due (Premio come miglior interprete, rassegna Loro del Reno, Teatri di Vita, 2007), e la versione urbana (Fuori) Due. Nel 2008 lavora come interprete ne L’Inferno per la compagnia Societas Raffaello Sanzio. Dal 2009 collabora in veste di interprete anche con Company Blu. Tiene regolarmente laboratori per attori e danzatori, e collabora con il centro Musikè di Bologna come danzaeducatore nelle scuole.

 

www.aldesweb.org

IRENE RUSSOLILLO

A-LOAN_I-Russolillo_ph-aldes_2707-s.jpg
A LOAN
2015
in repertorio
STRASCICHI_03_fotoRiccardoPensa_S.jpg
STRASCICHI
2014
in repertorio
banner_MAP-s.jpg
MAP
2016
in repertorio
THE-SPEECH_ph-marta-comesana_1s.jpg
THE SPEECH
2016
in repertorio

Danzatrice, performer-attrice e giovane coreografa, nata nel 1982 a Cerignola (Fg). 

E’ co-autrice di Antipasto (finalista Nuove Sensibilità 2010 e vincitore Young Station 2011) e autrice di Ebollizione (finalista GD’A Puglia 2013), Strascichi (Premio Outlet di Electa Creative Arts – Selezione Visionari Kilowatt Festival 2014) e A loan, co-prodotto dai festival Inequilibrio/Castiglioncello e Oriente Occidente/Rovereto. I suoi lavori sono selezionati dalla Rete di danza d’autore indipendente Anticorpi XL nel 2013 e 2014. Come autrice, è parte di ALDES.

Nel 2014 vince il Premio Speciale Equilibrio Roma come migliore interprete e il Premio 19Masdanza – festival internazionale di danza contemporanea delle Isole Canarie come migliore interprete ed è finalista al Premio Virginia Reiter, destinato alla migliore attrice italiana under 35. Nel 2015 vince con Davide Calvaresi il Premio Prospettiva Danza, per il loro primo progetto Map.

Dal 2007 al 2010 è danzatrice per Micha Van Hoecke, Mario Piazza, Daniela Capacci, Francesca La Cava, Harry Albert, Claudio Bernardo. Dal 2010 è interprete per Roberto Castello, prima nel programma tv Vieni via con me di Fabio Fazio e Roberto Saviano, poi in tutte le produzioni della compagnia. Nel 2014 è interprete per la compagnia Abbondanza – Bertoni e per Erdem Gunduz. Ha collaborato in improvvisazione con Company Blu, in un’occasione anche al fianco di Julyen Hamilton e Takla Improvising Group.

Ha studiato danza classica principalmente con Gabriella Musacchio, Marina Van Hoecke e Yoko Wakabayashi; danza contemporanea con Ivan Wolfe, Susanne Linke, Raffaella Giordano, Giorgio Rossi, David Zambrano; teatro fisico con Cèsar Brie; contact-improvisation con Ivan Wolfe, Adi Sha’al, Koshro Adibi e Sabine Parzer, contact-tango con Javier Cura. Nel 2013 ha frequentato la Biennale College Danza, diretta da Virgilio Sieni, nel progetto di Thomas Lebrun. Studia e pratica canto e ricerca vocale; pratica il tango argentino. Nel 2005 si è laureata in Relazioni Internazionali all’Istituto Universitario Orientale di Napoli.

Nel febbraio 2016 debutta all’Auditorium Parco della Musica di Roma con The speech il nuovo solo, diretto da Lisi Estaras (les ballets c de la b). Nel settembre 2016, sarà artista in residenza presso l’Istituto Italiano di Cultura di Parigi, per il progetto di promozione dei giovani talenti italiani in Francia “Le promesse dell’arte”.   



www.aldesweb.org
http://irenerussolillo.com

CATERINA BASSO

Caterina_Basso_foto-Camilla-Casadei-Maldini_S.jpg
IL VOLUME COM'ERA
2013
in repertorio
UnMinimoDistacco_ph-CamillaCasadeiMaldini_9501s.jpg
UN MINIMO DISTACCO
2015
in repertorio

Caterina Basso è danzatrice e coreografa. Si laurea in Scienze della Comunicazione presso l’Università di Bologna, con una tesi in Semiologia del teatro.
Parallelamente la sua formazione di danzatrice è segnata dall’incontro con maestri ed artisti di fama internazionale.

Nel 2006 viene selezionata per il corso di ricerca coreografica IFA di Polverigi, alla fine del quale presenta il suo primo lavoro coreografico.

Dal 2007 collabora con ALDES e Roberto Castello, danzando in diverse produzioni e lavora anche con altre compagnie tra cui Motus, Laura Moro, Silvia Traversi. Negli stessi anni trascorre periodi intensivi di studio a Tel Aviv con Batsheva Dance Company, a Berlino, ospite della compagnia di Sasha Waltz, e a New York.

Nel 2009 inizia la collaborazione con Ambra Senatore per il duo Passo, che vince il Premio Equilibrio di Roma. Da allora è interprete e collabora alla creazione di Passo quintetto, Studio, A posto, Insalata al veleno, Petites Briques e Aringa Rossa che a febbraio 2015 è presentato al Théatre de la Ville di Parigi.

Nel 2013 entra a fare parte degli autori Aldes e crea il suo primo assolo Il volume com’era all’interno del progetto Prima Danza della Biennale di Venezia, che viene selezionato dalla rete Anticorpi XL 2014 e ottiene il premio come miglior solo al Festival Masdanza 2015. Nello stesso anno comincia a lavorare al suo secondo assolo “Un minimo distacco”.  


www.aldesweb.org

GISELDA RANIERI

 

Nasce a Genova nel 1983.
Danzatrice di formazione classica e contemporanea, dal 2008 ricerca nel campo della composizione istantanea collaborando spesso con il gruppo Takla Improvising Group (Piccole Meraviglie, Festival PULSI) e con musicisti (Enrico Intra, Giovanni Falzone, Filippo Monico, Giancarlo Locatelli).
Tra i membri fondatori di UBIdanza/ Aline Nari e Davide Frangioni con cui lavora in compagnia dal 2008.
Dal 2010 collabora con la Compagnia ALDES/Roberto Castello.
Laureata in Discipline dello Spettacolo dal vivo e specializzata in Danza presso il DAMS di Bologna con la storica della danza Eugenia Casini Ropa.
Negli anni studia per la danza fra gli altri con Dominique Dupuy, Carolyn Carlson, Julyen Hamilton, Katie Duck, Ivan Wolfe, Giorgio Rossi, Virgilio Sieni, Michele Abbondanza, Aline Nari, Simona Bertozzi, Manuel Ronda e per il teatro con Danio Manfredini e il Teatro delle Moire.

www.aldesweb.org

 

ALINE NARI / DAVIDE FRANGIONI

Aline-Nari_Danze minute_ph-Valbino_s.jpg
DANZE MINUTE
2000
in repertorio
00_Il colore-rosa_ph-AnneClaireBudin_small.jpg
IL COLORE ROSA
2016
in repertorio

Dal 2004 Aline Nari e Davide Frangioni collaborano alla creazione di spettacoli per il teatro e lo spazio pubblico. Sono stati presentati ed ospitati con i loro lavori in diverse città italiane ed europee, hanno beneficiato del sostegno di realtà organizzative nazionali e internazionali (fra cui: Teatri di Vita, Associazione Sosta Palmizi, Associazione ARTU/festival Corpi Urbani, Teatro Akropolis, MDI Leap Dance Festival-UK, DCM Foundation-RO, Lieux Publics-FR, Junge Hunde Network, Ciudades Que Dançan Network, In situ Network), sono stati prodotti nell'ambito di progetti europei (Least Common Multiple, Dance Channels) .
Oltre agli spettacoli Nari e Frangioni hanno realizzato alcune creazioni per il video (Beatrice al mercato, La città è alta un metro) in collaborazione con il regista M. Mirabella e partecipato come danzatori e coreografi al film Dancing cities del regista catalano Roger Gual.
Parallelamente all'attività artistica, Aline e Davide svolgono una costante ricerca anche in campo didattico volta non solo alla formazione di giovani danzatori, ma a promuovere iniziative che contribuiscano all'allargamento del pubblico, incentivino lo scambio generazionale e il rapporto con la realtà urbana.
Nel 2008 sono inoltre tra i fondatori di UBIdanza, associazione culturale con sede a Genova, attraverso la quale realizzano progetti in collaborazione con: Università di Genova (Facoltà di Lettere e Filosofia), Genova Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura, Teatro Akropolis, Associazione ARTU/Festival Corpi Urbani, UNICEF Provinciale (www.ubidanza.com). Dal 2014 collaborano con Fondazione Toscana Spettacolo nell'ambito di iniziative volte alla formazione del pubblico della danza. Dal maggio 2014 sono autori ALDES.



ALINE NARI, coreografa, danzatrice, studiosa di letteratura e teatro. Formazione classica e contemporanea (borse di studio: Regione Toscana/UE-Formazione Danzatore/Interprete totale, Unige/New York University- Master in danza con D. Dunn). Inizia l’attività professionale nel 1993 (Cia Arbalete) e dal 1998 al 2007 lavora  nella Compagnia Sosta Palmizi danzando sia con R. Giordano sia con G. Rossi. Debutta come coreografa nel 2000 con Danze minute e da allora crea diversi spettacoli e fonda con Davide Frangioni l'Associazione UBIdanza. Collabora con videomaker J. Herbert, M. Mirabella, R. Gual, il regista G. Gallione, i coreografi C. Manolescu, J. Jérémie, la compagnia ALDES/R. Castello. Dal 2005 lavora con il regista M. Znaniecki per il quale firma le coreografie di alcune opere liriche (Ascanio in Alba, Samson et Dalila, Candide, Krol Roger)  negli allestimenti del Teatro Comunale di Bologna, Teatro del Giglio di Lucca, Teatro Wielki di Poznan (PL),  Obaob/OLBE di Bilbao (ES), Thessalonki Concert Hall (GR), ecc. Dottore di Ricerca in Italianistica presso l’Università di Genova, cultore di Storia del Teatro presso l'Università di Pisa, ha pubblicato saggi su teatro, letteratura e danza in riviste specialistiche, presso  Bompiani Editore e per Marsilio ha curato l'edizione nazionale de La scuola di ballo di C. Goldoni.

DAVIDE FRANGIONI – perfomer, danzatore, coreografo, si avvicina alla danza dopo un percorso eclettico (Belle Arti, arti marziali, installazioni performative) grazie al Corso di Formazione in Mimo Teatrale della Provincia di Genova. La sua attività professionale inizia nel 2002 con la Compagnia Arbalete e lavora in seguito con il Teatro dell’Archivolto, il gruppo Araiké,  il coreografo rumeno C. Manolescu, la coreografa francese J. Jéremie. Dal 2004 collabora con Aline Nari con la quale crea diversi spettacoli e fonda l'Associazione UBIdanza. Partecipa inoltre al progetto Steps from Tuscany di Giorgio Rossi (Mosca, novembre 2007) e nel 2008 crea il solo X4MEN-Performen (Vetrina Anticorpi XL) cui segue Elogio all'attesa. Nel 2010 cura i movimenti per gli spettacoli Pater Familias e Hey Mummy della Compagnia Kronoteatro. Parallelamente all'attività artistica si dedica inoltre allo studio e alla ricerca nel campo dell’arte gladiatoria antica, sotto la guida del Maestro d’armi Corrado Tomaselli Casale.

 

www.aldesweb.org

www.ubidanza.com
 

GIACOMO VERDE

L-alberoDellaFelicita-G-Verde-Mucche_s.jpg
L'ALBERO DELLA FELICITA'
2016
in repertorio

Giacomo Verde si occupa di teatro e arti visive dagli anni 70. Dagli anni 80 realizza oper'azioni collegate all'utilizzo creativo di tecnologia "povera": videoarte, tecno-performances, spettacoli teatrali, installazioni, laboratori didattici. E' l'inventore del "tele-racconto" - performance teatrale che coniuga narrazione, micro-teatro e macro ripresa in diretta - tecnica utilizzata anche per video-fondali-live in concerti, recital di poesia e spettacoli teatrali. E' tra i primi italiani a realizzare opere di arte interattiva e net-art. Ha collaborato con diverse formazioni come autore, attore, performer, musicista, video scenografo e regista.  E' docente di regia  all'Accademia di Torino e di video teatro all'Accademia di Macerata. Ha lavorato con i detenuti, animato 'Euclide', il personaggio virtuale interattivo, ha creato giochi "poveri" alternativi per l'utilizzo intelligente della televisione, ha fondato la SeStessiVideo produzioni, ha insegnato a distruggere televisori, ha scritto, polemizzato, inventato formule e definizioni. Riflettere sperimentando ludicamente sulle mutazioni tecno-antropo-logiche in atto e creare connessioni tra i diversi generi artistici e' la sua costante.
Dal 1998 vive a Lucca.

www.aldesweb.org
www.verdegiac.org

FRANCESCA ZACCARIA

CARNETerotico_bannerWeb.jpg
CARNET EROTICO
2016
in repertorio

Francesca Zaccaria
danzatrice coreografa pittrice

Unisce alla ricerca in danza un dialogo stretto con la pittura quale testimone diretta ad un ascolto percettivo più denso e sostanziale del gesto, nella sua complessità rivelante.
Una nota “urgente” legata alla materia corpo e alla sua scrittura per immagini continuamente tratta ed evocata.
 

Diplomata in Pittura, presso l'Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova, ottiene una borsa di studio Progetto Erasmus '98-'99 presso l'Université d'Arts Plastiques Saint-Denis, Paris.
Dal 2002 integra alla Danza la pratica delle Arti Marziali seguendo la formazione del Metodo Noro/Kinomichi, dell'Aikido e della Spada Giapponese. Attualmente ed inoltre, si dedica alla pratica dello Yoga della tradizione non duale del Kashmir così come trasmessa da Eric Baret. E' stata interprete per la Compagnia ALDES/Roberto Castello, Compagnia Abbondanza/Bertoni, nel progetto "Autour de Blowin" di Catherine Diverrès, nel Coro in "Enrico V" di Pippo Delbono, in diverse Produzioni del Teatro dell'Archivolto di Genova.
Nel 2005 vince il Premio Junge Hunde/Sosta Palmizi Network con la sua prima coreografia.
Nel 2007 insieme a Giovanni Di Cicco fonda la Compagnia Dergah Danza Teatro in residenza coreografica presso il Teatro dell'Archivolto di Genova. Nel 2013 viene invitata alla Folkwang Institute of Contemporary Dance di Essen-Werden per tenere un workshop e successivamente per produrre "Andrii", coreografia per il Tanzabend 2015 realizzata con gli studenti del III anno di studi.
Le sue ultime coreografie “A SOLO DRAMA” 2013 e "L'ARTISTA CADE (come frutto e figlio)” 2014, prodotte in collaborazione con il teatro dell'Archivolto, sono state presentate in Francia e in Germania. Attualmente lavora in Francia con la Cie Sic.12/Gustavo Giacosa ed è parte degli autori ALDES.
Nel 2016 per l'Academy of Performing Arts di Bratislava crea "Bodies Garden/ Krajina Snov" con gli studenti del I II III anno di studi del dipartimento di Teatro Danza.